08Giugno

Matrimonio civile a Palazzo Ca' Vendramin Calergi, nozze a Venezia

Per gli innamorati che decideranno di celebrare il proprio matrimonio civile a Venezia, nel sontuoso Palazzo di Ca’ Vendramin Calergi, è a disposizione la Sala dei Cuori o il sontuoso giardino.

I vasi finemente decorati traboccanti di orchidee o peonie che sia. Le sedie per far accomodare gli invitati elegantemente disposte sugli spazi verdi. Il pozzo circondato da un soffice arco arboreo punteggiato di candide rose in attesa dell'arrivo dei due promessi. Il varco principale di accesso sospeso tra terra e acqua anch'esso in tinta con il tutto,e magari un gran finale con il volo di qualche colombella. Un'atmosfera a metà e perfetta strada tra classico e romanticismo. Uno scenario questo che potrà vivere chiunque voglia celebrare il proprio matrimonio civile a Palazzo Ca' Vendramin Calergi (Venezia).  

 

002-matrimonio-civile-giardino-ca-vendramin-calergi-venezia

003-matrimonio-civile-giardino-ca-vendramin-calergi-venezia

004-matrimonio-civile-giardino-ca-vendramin-calergi-venezia

 

Madre Natura da una parte, il genio artistico umano dall'altra. La storia di una città a permeare ogni singolo spazio e infine l'unione di due anime a chiudere i quattro punti cardinali dell'intera esistenza. Sono le coordinate a tutto tondo per un indimenticabile matrimonio civile da vivere intensamente a Ca' Vendramin Calergi, un palazzo come ce ne sono pochi nella città di Venezia. Elegante, lussuoso e raffinato. Intimo e allo stesso tempo multiuso, affermatosi sempre di più nel corso degli ultimi anni anche come location per nozze civili. Che si venga da piazza S. Marco/Ri' Alto o dalla più vicina stazione/Piazzale Roma, sempre in Strada Nuova si deve confluire e una volta arrivati all'altezza dell'ex-Teatro Italia, c'è la deviazione per Palazzo Ca' Vendramin Calergi, lì dove si spense nel 1883 il grande compositore tedesco Richard Wagner di cui un ricordo imperituro scritto dal poeta Gabriele D'Annunzio è stato inciso su di una targa commemorativa dirimpetto il Canal Grande.

Emblema del Rinascimento e dell'opulenza della Repubblica di Venezia, Ca' Vendramin Calergi venne realizzato tra le fine del XV e l'inizio del XVI secolo (non vi sono date certe al riguardo). A dare il via alla costruzione, Antonio Loredan (1420-1482), dell'omonima e nobile  famiglia veneziana che nel corso della sua Storia diede tre dogi a Venezia: Leonardo (1501-'21), Pietro (1567-'70) e infine Francesco (1752-'62). Il nome per esteso del palazzo infatti è “Loredan Vendramin Calergi”. Architetto del progetto, il bergamasco Mauro Codussi, artefice anche della celeberrima Torre dell'Orologio in piazza San Marco. Nel corso dei secoli l'edificio cambiò più volte proprietà. Nel 1589 fu la volta del patrizio veneziano Vettor Calergi mentre quasi duecento anni dopo dell'imparentata famiglia Vendramin (anch'essa nobile veneziana). In epoche più recenti e finita la II Guerra Mondiale, dal 1946 il comune di Venezia vi installò la sede invernale del Casinò.

 

001-matrimonio-civile-palazzo-ca-vendramin-calergi-venezia

 

Oggi il Palazzo è un crocevia di prestigiosi eventi mondani, privati e culturali, suddiviso tra il Piano Nobile, aperto a più utilizzi, e il secondo piano dedicato all'uso ludico. C'è di più. In questa storica sede gli innamorati di tutto il mondo potranno concludere il loro percorso d'amore di fidanzati e vivere l'impareggiabile esperienza di un lussuoso matrimonio con cerimonia civile. Qui, a Palazzo Ca' Vendramin Calergi. Nel cuore di Venezia.

“Piatto forte” dell'edificio, considerato uno dei migliori palazzi rinascimentali dallo storico ufficiale Francesco Sansovino, la Sala dei Cuori (Cuoi) d'Oro, il cui nome, oltre a derivare dall'originale tappezzeria realizzata in cuoio dorato, fa già capire quale potesse essere la sua futura funzione. Un arredamento classico con sfarzosi e ampi lampadari, il tutto reso ancor più magico e d'atmosfera con un camino in marmo bigio-rosato risalente ai primi anni del XVII secolo e figure allegoriche rappresentate sui muri.

 

005-sala-dei-cuori-matrimonio-civile-ca-vendramin-calergi-venezia

006-sala-dei-cuori-matrimonio-civile-ca-vendramin-calergi-venezia

 

Nelle estati veneziane ormai sempre più calde e con la primavera ben più lunga dei classici tre mesi, qualcuno potrebbe sentire il bisogno dell'aria aperta. L'amore d'altronde ha bisogno di spazio per vivere e prosperare. Seguendo dunque l'ispirazione abbinata a una certa fresca praticità votata a un'ulteriore cornice fatta di verde e candidi addobbi, si può entrare nel Giardino Reale, a portata di sguardo direttamente dal Canal Grande subito dopo la chiesa di S. Marcuola. Un luogo questi che pare quasi un set cinematografico. Un loco sospeso per vivere e far vivere un'incantevole cerimonia civile. Per il ricevimento invece, sono a disposizione tre sale interne: Azzurra, Rossa e Gialla, queste ultime due caratterizzate dagli affreschi del pittore veneziano Gian Battista Crosato (1686-1758) raffiguranti l'Allegoria Nuziale.

 

007-ricevimento-matrimonio-civile-ca-vendramin-calergi-venezia

008-ricevimento-matrimonio-civile-ca-vendramin-calergi-venezia

 

Tutto è pronto. Venezia e il palazzo di Ca' Vendramin Calergi attendono voi e il vostro matrimonio civile. Non resta che fare di questo sogno la più intima e lussureggiante realtà.

 

 

 

Posted in Wedding

Hanno detto dell'amore...

Amare non significa guardarsi negli occhi, ma guardare insieme verso la stessa meta.
A. De Saint-Exupéry