| | | |

Wedding Planner Venezia    Wedding Planner Venice    Wedding Planner Venise    Wedding Planner Venice
Venezia proposta di matrimonio indimenticabile in gondola

Venezia proposta di matrimonio indimenticabile in gondola

Yuval ha scelto di chiedere la mano della sua fidanzata con un romantico giro in gondola a Venezia – Italia, una giornata fantastica e il ricordo per sempre nei loro cuori.

 

 

 

Yuval e Moriya sono in gondola a Venezia. D'improvviso da un ponte cala uno striscione. È solo il primo e dolcissimo atto di una indimenticabile proposta di matrimonio. I turisti tutt'intorno si stringono ai due protagonisti in un caldo abbraccio emotivo. Ha inizio la festa. Ha inizio quel momento che si avrebbe sempre voluto vivere e adesso è purissima realtà. I due innamorati si adagiano nel ventre dell'imbarcazione-simbolo del capoluogo veneto. Proseguono il loro tour. Il loro viso è un sorriso senza intervalli.

È una giornata piovosa a Venezia. Dal ponte della Canonica ai meno battuti percorsi di Castello è comunque un viavai di gente. I turisti si fotografano con alle spalle il ponte dei Sospiri. Singoli o in coppia, ha poca importanza. È un simbolo d'amore e come tale ciascuno ne vuole un frammento nella propria vita. Yuval ci sta pensando da parecchio: celebrare il proprio fidanzamento a Venezia. Organizzato dunque il viaggio in Italia, non resta che contattare gli esperti giusti e mettersi al lavoro per regalare alla sua bellissima fidanzata una indimenticabile proposta matrimonio.

Yuval e Moriya sono due dei milioni di turisti che ogni anno sbarcano nella Repubblica Marinara e come tali non rinunciano a salire a bordo di una gondola per farsi un rilassante giretto in laguna. Qualcosa a differenziarli dalla stragrande maggioranza dei loro colleghi venuti da lontano però, in effetti c'è. Yuval ha organizzato una romantica proposta matrimonio in gondola. Sono passati pochi minuti da quando sono partiti ed ecco calare uno striscione con le loro facce. Pochi secondi dopo l'uomo abbandona la posizione vicino alla sua donna, e ancora bordo si mette davanti a lei, tira fuori l'anello e la chiede in moglie.

La folla tutt'intorno vede, sussulta e applaude. Parte una piccola pioggerellina di petali rossi. I due sposi promessi si abbracciano. Lui tiene in mano un mazzo di rose rosse da consegnarle. Lei lo bacia. Quasi incredula lo bacia ancora. Il tempo è ballerino. Pioggia, sole, vento. Ma non importa. Tornati a terra, i tanti e affascinanti portici di Venezia offrono un tenero rifugio. La brezza orientale arrivata fin sulle spiagge del Lido di Venezia ha già attraversato la laguna e ora qui, leggiadra come una farfalla si posa sulle loro labbra così teneramente vicine.

Il sole avrà anche il suo fascino ma quando le nubi vanno e vengono, non esiste combinazione cromatica in grado di eguagliare i bagliori del cielo che si fiondano letali dentro le placide acque della laguna. Yuval e Moriya adesso sono in mezzo alla folla di piazza San Marco. Sventola l'arancio del Leone di San Marco su sfondo purpureo. Si mimetizzano nell'atmosfera vacanziera ma oggi non è come ogni altro dì fin qui vissuto. Avanzano ancora fino a raggiungere i poco distanti Giardini Reali, una delle poche aree verdi della città lagunare, realizzati nell'800 per volere francese.

Avvicinatisi al binocolo dirimpetto il bacino San Marco, guardano Venezia e l'isola della Giudecca. Il tempo continua a mietere incertezza. Nuvole bianche, nuvoloni grigiastri, macchie d'azzurro intenso, lampi di luce. È tutto per loro. È tutto con loro. Yuval e Moriya ci sguazzano dentro. Fissano i non-limiti della loro vita. Guardano e scrutano la Serenissima, saldi nell'amore che hanno appena ufficializzato qui, a Venezia.

 

 

Ph: Laurè Jacquemin