| | | |

Wedding Planner Venezia    Wedding Planner Venice    Wedding Planner Venise

Matrimonio ebraico da sogno nella terrazza panoramica del Palazzo Gritti a Venezia

Se doveste immaginare un matrimonio a Venezia estremamente elegante, come lo immaginereste?

E’ questa la domanda che ci siamo fatti quando Vlad e Valerya, una giovane coppia russa, ci hanno contattato per organizzare il loro matrimonio da sogno. 

Sono molto conosciuti in Germania, dove attualmente vivono, per questo non compariranno in nessuna delle foto di questo articolo, ma vorremmo comunque raccontarvi la storia del loro matrimonio ebraico in una delle più lussuose terrazze di Venezia. 

La suite Terrazza Redentore del Palazzo Gritti vanta una delle più spaziose e al tempo stesso meravigliose terrazze affacciate sul Canal Grande. Il posto perfetto per celebrare un matrimonio in completa privacy, ma senza rinunciare a una vista mozzafiato di Venezia. 

Come richiesto da Vlad e Valerya, abbiamo decorato la terrazza per ospitare una vera e propria cerimonia Chuppah, anche se il matrimonio era puramente simbolico. 

Matrimonio ebraico a Venezia sulla terrazza di Palazzo Gritti

Cos’è una cerimonia Chuppah?

Chuppah è la parola ebraica per “baldacchino”, “gazebo” e nel rito ebraico rappresenta la casa degli sposi e al tempo stesso il Giardino dell’Eden. I quattro pilastri che sorreggono la Chuppah simboleggiano i quattro fiumi che, nella descrizione biblica, circondavano il giardino.

Dopo la cerimonia, gli sposi escono dal baldacchino e questo è il loro primo passo nel mondo come marito e moglie, l’inizio di una nuova vita insieme. 

Sotto la Chuppah, ci sono altre due tradizioni che fanno parte del rituale di un matrimonio ebraico: la benedizione del vino e la rottura del bicchiere. 

Il primo simboleggia il fatto che marito e moglie condivideranno insieme moltissime esperienze che potranno avere un sapore diverso per i due, ma l’importante è che gli sposi continuino a ricordarsi l’impegno preso e ad affrontare la vita sempre mano nella mano. 

Il secondo rituale rappresenta invece l’idea che la promessa presa sotto la Chuppah è permanente e irrevocabile. Ogni matrimonio può essere visto come un fragile bicchiere, per questo i novelli sposi devono trattarlo con estrema cura ogni giorno. 

Matrimonio ebraico a Venezia sulla terrazza di Palazzo Gritti

Come si è svolto questo emozionante matrimonio sulla Terrazza Redentore

Vlad e Valerya volevano che i loro ospiti si godessero una giornata così speciale e per questo abbiamo organizzato un piccolo aperitivo prima del  matrimonio in terrazza. 

Abbiamo decorato la terrazza del Palazzo Gritti con fiori bianchi e abbiamo creato un percorso sul pavimento, delimitato anch’esso da fiori bianchi, in modo che la sposa arrivasse all’altare come una vera principessa. 

Valerya ha raggiunto la terrazza con l’ascensore privato che porta alle suite Redentore, con accesso diretto alla Terrazza Redentore. 

Matrimonio ebraico a Venezia sulla terrazza di Palazzo Gritti

Anche la Chuppah e le ringhiere della terrazza in vetro erano decorate con fiori bianchi. Sembrava un sogno. 

Valerya è arrivata verso le 17, visibilmente emozionata nel suo meraviglioso vestito nuziale. Vlad era così emozionato anche lui che sembrava che la vedesse in quel momento per la prima volta. 

Il loro amore era così evidente e così puro come i fiori bianchi che avevamo scelto per le decorazioni floreali. 

Dopo la cerimonia, i novelli sposi si sono fatti un giro lungo i canali veneziani per fare qualche foto sulla gondola nuziale, mentre gli ospiti prendevano un altro aperitivo in terrazza aspettando la cena. 

Matrimonio ebraico a Venezia sulla terrazza di Palazzo Gritti

La cena è stata allestita nella terrazza privata del ristorante Club del Doge, utilizzando tovaglie e centrotavola bianchi. La Chiesa della Madonna della Salute che avevano ammirato dalla terrazza panoramica era ancora più vicina, potreste mai immaginare di organizzare un ricevimento nuziale con una vista così incredibile?

Dopo il giro in gondola, Vlad e Valerya sono rientrati al Palazzo Gritti con un taxi e, appena finita la cena, i festeggiamenti sono proseguiti nella terrazza panoramica. 

E’ stato uno dei matrimoni più emozionanti che abbiamo organizzato. Certamente la cerimonia in una delle più lussuose terrazze panoramiche di Venezia ha avuto un ruolo importante nel creare la giusta atmosfera, ma ciò che contava di più era l’amore di questa splendida coppia, che si poteva addirittura respirare da quanto era dolce e sincero.